In Italia la figura distinta dell’infermiera dei bambini (“vigilatrice d’infanzia”) venne riconosciuto per legge nel 1940 con la Legge del 19 luglio 1940 n.1098. Le prime scuole per la formazione di questa figura nacquero negli anni sessanta, a Roma, a Firenze, a Genova, a Trieste e a Napoli, in collegamento con centri di assistenza pediatrica.

Successivamente all’istituzione dei primi diplomi universitari in scienze infermieristiche (anno accademico 1991-1992), nel 1994 venne definito il profilo professionale dell’infermiere con icon_pdfDecreto ministeriale n.739 del 1994, come responsabile di prevenzione e assistenza ai malati e disabili di tutte le età: di conseguenza la figura di “vigilatrice d’infanzia” venne abolita e nel 1998 cessarono i corsi di formazione per questa figura. Nel 1997 venne definito anche il profilo di infermiere pediatrico icon_pdfDecreto ministeriale 17 gennaio 1997, n. 70. Un altro decreto ministeriale del 27 luglio del 2000 ha stabilito l’equipollenza del titolo di vigilatrice d’infanzia con quello di infermiere pediatrico.