Coordinamento IPASVI Veneto: Osservazioni PAGR n. 160 : Definizione dei valori minimi…di riferimento per il personale dei PS

Coordinamento IPASVI Veneto: Osservazioni PAGR n. 160 : Definizione dei valori minimi…di riferimento per il personale dei PS

Osservazioni PAGR n. 160 Coord. Reg. IPASVI Veneto

DGR 128-2016 Definizione Valori MINIMI di Riferimento Personale PS

 

Coordinamento Regionale Collegi IPASVI del VENETO

Spett.le
Presidente V^ commissione Consigliare
Consiglio regionale Veneto
Ai componenti la V^ Commissione regionale
Venezia-Mestre, 25 Gennaio 2017

Protocollo n. II.09/0000269

Oggetto: osservazioni PAGR n. 160 : Definizione dei valori minimi di riferimento per il personale dirigente medico – documento metodologico generale e definizione dei Valori minimi di riferimento per il personale dei Pronto Soccorso. Richiesta di parere alla Commissione Consiliare (art. 8, comma 1, della legge regionale 29 giugno 2012, n. 23) (CR/128)

In relazione alla PAGR di cui all’oggetto i Collegi Infermieri del Veneto (IPASVI) osservano e propongono quanto segue:
– ultima tabella “piani di lavoro per presidio di riferimento personale infermieristica delle Unità operative di pronto soccorso” nella nota 7 a piè di pagina dopo contingenti aggiungere:” fatta eccezione dell’area di triage che resta esclusivamente dedicato”;
– nella medesima tabella: “attività medica di soccorso nel territorio” il personale dedicato deve essere coerente con quanto previsto dalla DGR646/2015 (la delibera 646/2015 definisce il numero di automezzi da dedicare al soccorso territoriale e questo può, in certe realtà, confliggere con quanto previsto dalla 128 (2 automezzi, ma 1 solo Infermiere dedicato);
– inserire: “presso le Unità operative di pronto soccorso ad elevata presenza turistica viene prevista una ulteriore unità infermieristica con elevata conoscenza della lingua inglese (certificazione IELTS 7)”, anche per favorire il rientro delle nostre eccellenze migrate in Gran Bretana e che hanno sviluppato ulteriori competenze utili al sistema socio sanitario veneto.
– integrare: “la dotazione prevista per il triage deve essere resa coerente con la DGR 1888/2015 che prevede il trage infermieristico avanzato quindi con una ulteriore unità (Triage bi-fasico) per le unità operative con oltre 50.000 acccessi/anno”;

I collegi infermieri del Veneto (IPASVI) ringraziano i consiglieri della V^ commissione rendendosi disponibili a continuare il percorso di miglioramento del sistema approfondendo il tema dell’organizzazione e degli standards dei Centri Servizi che necessita, con urgenza di una generale rivalutazione (LR 22/2002).

Suggeriscono alla Commissione un approfondimento con la struttura tecnica regionale in merito alla applicazione della DGR 610/2015 sia all’interno delle strutture pubbliche che convenzionate.

Sottolineano come la DGR 1888/2015 riconosca agli Infermieri la competenza di intervenire in alcuni processi definiti; gli ostacoli frapposti da qualche gruppo professionale storico, che ricercherebbe l’esclusività nella gestione di questo aspetto bloccando ipotesi virtuose di soluzione del sovraffollamento dei PS, per l’elevato numero di codici bianchi.

Per questo (“la soluzione del problema non può essere il problema stesso”), quindi gli Infermieri devono essere necessariamente valorizzati dal sistema.

Per il Coord. Regionale Dei Collegi IPASVI Veneto
Il Presidente Luigino Schiavon

Michele Busatto
ADMINISTRATOR
PROFILO

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos